top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreSalvatore Cirilla

Evento associativo: quali responsabilità per organizzatore?

Sono Presidente di un’associazione di volontariato che organizza eventi sportivi. La partecipazione è gratuita. È obbligatoria l’assicurazione per chi partecipa? Se il partecipante si fa male ha diritto ad un risarcimento da noi? 


È ovvio che, in assenza di una liberatoria, l’associazione potrebbe rispondere dei sinistri accaduti durante lo svolgimento dell’attività, in quanto Ente organizzatore dell’evento.


Il mio consiglio è quello di inserire un articolo nel modulo di partecipazione dedicato dove far dichiarare ai partecipanti la rinuncia a qualsiasi azione nei confronti dell’Associazione per danni causati alla propria persona, a cose o terzi.


In questo modo, diversamente da quanto inserito all’interno dell’articolo 3, la norma viene ben identificata e non può essere oggetto di interpretazioni errate.


Ancor meglio sarebbe predisporre una liberatoria a parte, con la quale – prima dell’evento – far compilare e dichiarare ai partecipanti di accollarsi tutti i rischi per la partecipazione all’evento sportivo, espressamente esonerando l’Associazione dai danni che potrebbe subire durante lo svolgimento dello stesso.


Il contenuto ad esempio potrebbe specificare che il partecipante dichiara il proprio stato di buona salute ed esonera l’organizzazione da conseguenze (civili o penali) in caso di infortunio, rinunciando a qualsiasi diritto, anche di rivalsa, nei confronti dell’Associazione “un Sorriso per Tutti ODV”, organizzatrice dell’Evento.


Così facendo si eliminerebbe qualsiasi rischio economico, civile e penale per la Vs. organizzazione.


Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla


1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page