top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreSalvatore Cirilla

Movida: come tutelare la quiete pubblica?

Da anni ormai tutte le sere la mia via è luogo di movida, principalmente dopo l’apertura di un Bar. Sia io che i miei vicini siamo veramente disperati. Cosa possiamo fare? L’esposto è inutile?


L’esposto non è affatto inutile. Anzi!


È uno strumento messo a disposizione dal nostro ordinamento giuridico per tutelare interessi della collettività.


Tale esposto, oltre ad essere inviato alla Polizia, che deve attivare i controlli di sicurezza, atti ad eliminare situazioni di antigiuridicità, dovrà sicuramente essere protocollato al Comune di residenza e, quindi, al Sindaco.


E infatti, gli schiamazzi notturni provocati dagli avventori, all’esterno di un locale aperto al pubblico, possono costituire un elemento fondante per le ordinanze contingibili e urgenti, purché il disagio della popolazione e, quindi, l’interesse pubblico al riposo delle persone, vengano violati da rumori che assurgano a forma di vero e proprio inquinamento acustico con danno alla salute(T.A.R. Marche Ancona, sez. I, 17/06/2016, n. 380).


L’intervento del Sindaco, quale ufficiale del Governo, sarebbe giustificato dall’art. 54 comma 4, d.lg. 18 agosto 2000 n. 267.


Una volta avviato l’iter, con l’esposto al Sindaco, questi dovrà avviare un accertamento istruttorio, tramite vigili urbani e anche funzionari dell’ARPA, che è l’autorità preposta alla tutela ed alla salvaguardia ambientale (T.A.R. Piemonte Torino, sez. II, 13/02/2014, n. 269).


Nel Suo caso, sembra che si sia creato quello stato di emergenza, per il quale il Sindaco viene autorizzato ad intervenire con i mezzi eccezionali che l’ordinamento pone a sua disposizione con l’art. 54, d.lgs. n. 267 del 2000.


L’esposto in oggetto dovrebbe essere inviato, per conoscenza, al Prefetto competente.


E questo perché tale invio produrrà un effetto deterrente nei confronti del Sindaco, chiamato ad intervenire nella vicenda.


Difatti, in caso di mancata attivazione del Sindaco, il Prefetto dovrebbe intervenire per provvedere a sollecitare le amministrazioni e leautoritàpreposte all’adozione di tutte le iniziative idonee alla tutela e al ripristino del quieto vivere, oltre al doveroso accertamento ed alla repressione ed al contrasto di ogni fatto antigiuridico.


Inoltre, invierei l’esposto alle testate dei giornali quotidiani, al fine di creare l’indignazione popolare dei cittadini del luogo e, quindi, creare un problema politico, approfittando della vicinanza che avrete della minoranza consiliare della politica locale.


In questo modo, si solleverà un polverone mediatico che costringerà il Sindaco ad intervenire in un senso, o nell’altro, a porre fine a questa situazione spiacevole.


Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page