top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreSalvatore Cirilla

Successione legittima: come opera sul conto corrente cointestato?

Mia moglie e sua madre (96anni) hanno un conto corrente cointestato ad entrambe. Ci sono poi due nipoti, una figlia di mia moglie, l’altra figlia di una sorella di mia moglie deceduta ormai da tempo. Alla morte della madre (96anni) come saranno le quote d’eredità del conto corrente? La figlia di mia moglie avrà diritto ad una quota?


Alla morte della madre di Sua moglie, in assenza di marito e di testamento, gli unici eredi chiamati alla successione legittima saranno i figli.


L’articolo 566 del codice civile stabilisce, infatti, che al padre ed alla madre succedono i figli, in parti uguali.


Con riguardo al conto corrente, la quota ereditata sarà il 50% delle giacenze presenti al momento della morte della madre; l’altro 50% rimarrà di proprietà della figlia (Sua moglie), a meno che non si dimostri che tutte le giacenze ivi presenti erano di proprietà di una delle due.


E infatti, le somme depositate su un conto corrente cointestato si presumono in comproprietà per quote uguali. Per vincere tale presunzione non è sufficiente dimostrare di aver avuto la proprietà e la disponibilità esclusiva del denaro, valendo la cointestazione a rendere solidale il credito anche se il denaro sia immesso sul conto da uno dei cointestatari o da un terzo a favore di uno solo o di entrambi i contitolari, ma è necessaria la prova della pertinenza esclusiva, in base al titolo di acquisto, del denaro versato in capo a uno dei cointestatari (Tribunale Milano, sez. V, 24/01/2022, n. 487).


Per tali ragioni, con riguardo alla quota ereditata, subentreranno per il 50% ciascuno Sua moglie e la figlia della sorella defunta (la nipote).


Questo perché esiste l’istituto della rappresentazione disciplinato dall’art.467 del codice civile secondo cui i discendenti subentrano nel luogo e nel grado del loro ascendente in tutti i casi in cui questi non può o non vuole accettare l’eredità.


In conclusione, prendendo come esempio una giacenza di 100mila euro sul conto corrente al momento dell’apertura della successione, avremo questa situazione.


Sua moglie tratterrà 50mila euro, già di sua proprietà.


L’altro 50mila euro caduto in successione sarà ripartito così: 25mila euro sempre in favore di Sua moglie, 25 mila euro in favore della nipote, figlia della sorella premorta.


Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Salvatore Cirilla

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page